Cena sociale chiusura stagione 2018

Notizie

I pescatori storesi sono pronti a buttarsi alle spalle un 2018 a tinte fosche e rilanciare le attività per il 2019. Si è svolta nei giorni scorsi, nella sala riunioni del municipio, l’assemblea numero 125 dell’Associazione Pescatori di Storo. Fra le novità più importanti, l’apertura della pesca al 17 febbraio prossimo e l’organizzazione delle prime 2 gare del 2019.

«L’assemblea dei soci ha stabilito la data di apertura della pesca su tutte le acque attinenti alla nostra concessione dal 17 febbraio al 30 settembre 2019 – spiega Basilio Piccinelli, il presidente dell’associazione – da questo programma è escluso il torrente Sorino, che sarà invece aperto a partire dal primo di aprile. L’assemblea ha anche stabilito di programmare 2 gare per il 2019 che verranno organizzate una al laghetto Roversela e l’altra al laghetto Greggi». Nessun cambiamento rispetto al 2018 per le quote: «I prezzi delle tessere e dei permessi giornalieri restano invariati – continua Piccinelli – 90 euro per la tessera annuale ai soci residenti in Provincia, che costerà 150 euro per i soci da fuori provincia provvisti di abilitazione alla pesca. I bambini fino a 12 anni pagheranno la tessera invece 50 euro mentre i permessi giornalieri verranno staccati a 15 euro ciascuno».

Il 2018 non è stato un anno particolarmente fortunato per i pescatori storesi: «Purtroppo l’annata non è stata delle migliori – conferma ancora Piccinelli – molto ha influito il meteo con la diffusa piovosità che ha causato una diminuzione dei permessi giornalieri e lo stesso è avvenuto in parte anche per i permessi annuali. Fra i problemi c’è anche da segnalare la presenza continuata di uccelli razziatori che colpiscono in maniera sistematica i pesci che seminiamo. Il nostro auspicio per il 2019 è che possa tradursi in un’annata migliore sia per quanto riguarda le tessere che per la risoluzione del problema posto da questi volatili».

(s.m.)

Menu